Presentazione al Centro Studi Memoria in Rete
Eventi Fulmine è oltre il ponte Libri
William Domenichini  

Presentazione con Memoria in Rete

Presentazione, Mercoledì 20 marzo 2019, presso il Centro Studi “Memoria in Rete” in via Valle 6 alla Spezia,

Conversazione sul libro “Fulmine è oltre il ponte. Vite sospese al di là della Linea Gotica”.

  • Introduzione di Tiziano Vernazza, ricercatore ISR spezzino
  • William Domenichini, autore del volume

La presentazione al Centro Studi Memoria in Rete, assegnato in comodato d’uso all’Istituto spezzino per la storia della Resistenza e dell’Età contemporanea, ha come scopo principale quello di poter costruire in futuro uno spazio della Memoria – sul modello di altre città italiane ed europee – dove si potranno ritrovare le Associazioni dei partigiani e degli ex deportati, l’ISR e le Associazioni che si occupano della memoria dell’Esercito, della Marina Militare e dell’Aeronautica.

La sede di via Valle costituisce il primo elemento di uno spazio dedicato ad attività culturali, espositive, di ricerca, formazione e dibattiti su temi legati ai valori di democrazia e libertà per i quali la città della Spezia e tutta la sua provincia hanno combattuto.

Nell’ambito dell’iniziativa verranno proiettate immagini del periodo storico raccontato nel libro.

Il progetto ha preso forma incontrando i ragazzi della Marotta&Cafiero, storica casa editrice napoletana che, dal 2011, è gestita dai giovani dell’associazione Voci di Scampia (Vo.di.Sca), una realtà di impresa sociale che fa della cultura un elemento di per la lotta per la legalità, concependola come bene comune. Con loro abbiamo organizzato un percorso di crowdfunding, arrivando a produrre dal basso il libro. L’incontro di questa storia partigiana in cui la memoria incontra la ricerca storica, con una realtà editoriale che pratica quotidianamente i valori nati dalla Resistenza, ha dato vita ad un percorso con un minimo comune denominatore, la difesa di quei valori, per costruire un futuro in cui Giustizia, Libertà ed Uguaglianza siano i pilastri fondamentali di una società che non deve dimenticare.

0 0 voti
Rating articolo
Sottoscrivi
Notificami
Lascia un tuo commento
Lascia un tuo commento

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
3d book display image of Il golfo ai poeti

L'ultimo arrivato!

Questo bellissimo saggio ci racconta come la cultura di guerra e di morte genera gli stessi mostri in tutto il Paese: pessimismo, obbedienza, passività, senso di sconfitta, conformismo, opportunismo, clientelismo. Figli di un dio minore, vittime e colpevoli allo stesso tempo dei propri mali. Politici e rappresentanti istituzionali fotocopia. Iene e sciacalli ai banchetti delle opere pubbliche e gattopardi perché cambi tutto purché non cambi nulla.

Lo scenario che ci delinea e ci offre queste pagine che seguiranno è certamente doloroso, tragico, inquietante, ma in questo suo coraggioso e generoso atto di denuncia traspare sempre lo smisurato amore per La Spezia, per il suo Golfo, il suo Mare. Pagine e immagini che feriscono il cuore ma in cui respiriamo ancora speranza ed utopia. Che un’altra città sia davvero ancora possibile, viva, libera, aperta, felice. Un laboratorio di Pace.

Antonio Mazzeo

ORDINALO!
0
Mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero. Lascia un tuo commentox